Citazioni Madre Teresa di Calcutta, Mahatma Gandhi

Citazioni Madre Teresa di Calcutta, Mahatma Gandhi

Citazioni Madre Teresa di Calcutta, Mahatma Gandhi

Citazioni Madre Teresa di Calcutta

Le persone che sia amano
in modo totale e sincero
sono le più felici del mondo.
Magari hanno poco,
magari non hanno nulla,
ma sono persone felici.
Tutto dipende dal modo
in cui ci amiamo.

 

La gioia è amore, la conseguenza logica
di un cuore ardente d’amore.
La gioia è una necessità
e una forza fisica.
la nostra lampada arderà
dei sacrifici fatti con amore
se siamo pieni di gioia.
Non importa quanto si dà
ma quanto amore si mette nel dare.

Quello che facciamo
è soltanto una goccia nell’oceano.
ma se non ci fosse quella goccia
all’oceano mancherebbe.
Non possiamo parlare finchè non ascoltiamo … Quando avremo il cuore colmo,
la bocca parlerà, la mente penserà

Fate che chiunque venga a voi se ne vada
sentendosi meglio e più felice.
Tutti devono vedere la bontà del vostro viso,
nei vostri occhi, nel vostro sorriso.
La gioia traspare dagli occhi,
si manifesta quando parliamo e camminiamo.
Non può essere racchiusa dentro di noi. Trabocca.
La gioia è molto contagiosa.
Il vero amore deve sempre fare male.
Deve essere doloroso amare qualcuno,
doloroso lasciare qualcuno. …
Solo allora si ama sinceramente.
Sappiamo che se vogliamo amare veramente,
dobbiamo imparare a perdonare.
Perdonate e chiedete di essere perdonati;
scusate invece di accusare.
La riconciliazione avviene
per prima cosa in noi stessi,
non con gli altri.
Inizia da un cuore puro.
Oggi la gente è affamata d’amore,
e l’amore è la sola risposta
alla solitudine e alla grande povertà.
In alcuni paesi non c’è fame di pane,
la gente soffre invece di terribile solitudine,
terribile disperazione, terribile odio,
perché si sente indesiderata,
derelitta e senza speranza.
ha dimenticato come si fa a sorridere.
ha dimenticato la bellezza del tocco umano.
ha dimenticato cos’è l’amore degli uomini.
Ha bisogno di qualcuno che
la capisca e la rispetti.
Non cercate Gesù in terre lontane:
Lui non è là.
E’ vicino a voi.
E’ con voi.
Basta che teniate il lume acceso
e Lo vedrete sempre.
Continuate a riempire il lume
con piccole gocce d’amore
e vedrete quanto è dolce
il Dio che amate.
L’amore non vive di parole
né può essere spiegato a parole.

 

Spesso si vedono fili metallici
piccoli o grandi, vecchi o nuovi,
cavi elettrici economici o costosi
che restano inutilizzati,
perchè se non vi passa la corrente
non servono a far luce.
I fili siamo voi ed io, la corrente è Dio.
Noi possiamo decidere
di lasciar passare la corrente
attraverso di noi, di essere usati,
o possiamo rifiutare di essere usati
e permettere all’oscurità
di diffondersi.

Abbiamo bisogno di trovare Dio,
ma non possiamo di certo trovarLo
nel rumore e nell’inquietudine.
Dio è amico del silenzio.
Osservate come la natura
– gli alberi, i fiori, e l’erba –
cresce in silenzio.
Osservate le stelle, la luna e il sole,
come si muovono in silenzio.
Più riceviamo in silenziosa preghiera,
più riusciamo a dare
con le nostre azioni.

Sono una piccola matita
nelle mani di Dio..

Ogni opera d’amore fatta con il cuore
avvicina a Dio.

Non sapremo mai
quanto bene può fare
un semplice sorriso.

Amiamo.. non nelle grandi
ma nelle piccole cose fatte con grande amore. C’è tanto amore in tutti noi.
Non dobbiamo temere di manifestarlo.

Ieri è trascorso. Domani deve ancora venire.
Noi abbiamo solo l’oggi. Se aiutiamo i nostri figli ad essere ciò che dovrebbero essere oggi, avranno il coraggio necessario
per affrontare la vita con maggior amore.

Io sono come una piccola matita
nelle Sue mani, nient’altro.
E’ Lui che pensa.
E’ Lui che scrive.
La matita non ha nulla
a che fare con tutto questo.
La matita deve solo
poter essere usata.
Manifestare la pace
Qualcuno mi ha chiesto
perchè non partecipo
a manifestazioni contro la guerra.
Ho risposto
che non lo farò mai.
Ma sono pronta a partecipare
a qualunque manifestazione
per la pace.
“Quando ho fame, mandami qualcuno da sfamare. E quando ho sete, mandami qualcuno
che ha bisogno di bere. Quando ho freddo, mandami qualcuno da scaldare. E quando sono triste, mandami qualcuno a cui dare conforto.”

Citazioni Mahatma Gandhi

Acquistiamo il diritto di criticare severamente una persona solo
quando siamo riusciti a convincerla del nostro affetto e della lealtà
del nostro giudizio, e quando siamo sicuri di non rimanere assolutamente irritati se il nostro giudizio non viene accettato o rispettato. In altre parole, per poter criticare, si dovrebbe avere un’amorevole capacità, una chiara intuizione e un’assoluta tolleranza

 

Dobbiamo fare il miglior uso possibile del tempo libero

 

La felicità e la pace del cuore nascono dalla coscienza di fare ciò che riteniamo giusto e doveroso, non dal fare ciò che gli altri dicono e fanno

 

Dato che non penseremo mai nello stesso modo e vedremo la verità per frammenti e da diversi angoli di visuale, la regola della nostracondotta è la tolleranza reciproca. La coscienza non è la stessa per tutti.
Quindi, mentre essa rappresenta una buona guida per la condotta individuale,
I’imposizione di questa condotta a tutti sarebbe un’ insopportabile
interferenza nella libertà di coscienza di ognuno

 

Un fedele della Verità non dovrebbe fare nulla per rispetto delle convinzioni. Deve essere sempre pronto a correggersi e ogni qualvolta scopra di essere nel torto deve confessarlo, costi quel che costi, ed espiare

 

Ci sono cose per cui sono disposto a morire, ma non ce ne è nessuna per cui sarei disposto ad uccidere

 

Un oggetto, anche se non ottenuto con il furto, è tuttavia come rubato se non se ne ha bisogno

 

Non è la letteratura né il vasto sapere che fa l’uomo, ma la sua educazione alla vita reale. Che importanza avrebbe che noi fossimo arche di scienza, se poi non sapessimo vivere in fraternità con il nostro prossimo?

 

Non volendo pensare a quello che mi porterà il domani, mi sento libero come un uccello

 

La vita è governata da una moltitudine di forze. Le cose andrebbero assai lisce se si potesse determinare il corso delle proprie azioni esclusivamente in base a un unico
principio morale, la cui applicazione in un dato momento fosse tanto ovvia da non richiedere neppure un istante di riflessione.
Ma non riesco a ricordare una sola azione che si sia potuta determinare con tanta facilità

 

Un passo alla volta mi basta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*