Lettera di saluto della maestra per gli alunni di quinta

Lettera di saluto della maestra per gli alunni di quinta

lettera di saluto

Miei carissimi ragazzi,
è davvero difficile scrivervi una lettera con la quale congedarmi da voi.
Sapete, sono quei momenti che allontani: vorresti che non arrivassero mai, perché ogni strappo risulta doloroso. E già, dobbiamo separarci, ma prima di farlo vorrei dirvi che sono felice di aver preso parte alla vostra crescita. Ne sono onorata! Vi ringrazio per tutte le gioie che mi avete donato, per tutti i piccoli e grandi successi conquistati e per tutti i traguardi insperati da voi raggiunti. E’ vero, avrei tanto ancora da dirvi, quante strade potremmo percorrere insieme, quante emozioni che aspettano di essere vissute e condivise. So con certezza che certe storie continuano, anche quando, come la nostra finiscono. Da domani, e per tutti i giorni che verranno, mi piacerà pensare che ogni mattino abbiate sempre un sorriso, magari uno dei tanti che vi ho regalato in questi anni. Vedete, spesso con voi ho indossato panni buffi e divertenti. Mi è piaciuto! Credo, infatti, che sia un privilegio avere un cuore che assomigli a quello di un bimbo. Ricordatelo! E’ giunto quel momento in cui, con gli occhi rivolti al cielo, devo proprio lasciarvi andare: voi, miei preziosi e colorati aquiloni! Ora i vostri fili, che per anni ho tenuto legati a me, saranno liberi. Liberi di volare lontano, spinti da nuove correnti, chiusi in mani diverse. Quando volerete, fatelo più in alto possibile, dove soffiano i venti migliori: quelli delle emozioni. Non abbiate paura di esprimerle: abbandonatevi al loro flusso continuo. Lasciate entrare nelle vostre vite il sole, siate voi la luce dei giorni bui, il raggio fluorescente dei pensieri grigi. Non consentite agli altri di rubarvi la gioia, distribuitela, ma serbatene una bella manciata tutta per voi.
Conservate il “peso e la leggerezza” delle mie parole, respiratele come un’essenza fresca e piacevole. Ascoltate la voce del vostro cuore, siate sempre voi stessi e percorrete la strada dell’onestà, ricercando la verità in ogni storia. Date forma e colore ai vostri sogni e afferrateli. Rammentate che le opportunità non vanno lasciate andare, coglietele e aggrappatevi ad esse. Non perdetevi! Lo sapete? Talvolta bisogna commettere degli errori per poter capire qual è la strada giusta. Quindi non esitate a sbagliare, nell’imperfezione di uno sbaglio si possono costruire nuove idee. Non siate solo spettatori, ma protagonisti veri di un viaggio verso la vita, dove camminerete, in alcuni casi, in un equilibrio precario, su strade incerte e poco sicure.
In questi anni abbiamo coltivato il valore della lentezza, abbiamo appreso tutti insieme… ci siamo aspettati! Ci siamo messi alla prova raccogliendo anche le sfide più difficili. Ecco, continuate a farlo!
Certo, non sono riuscita a darvi tutto, ma possedete strumenti speciali che vi consentiranno di “costruire e aggiustare” la vostra realtà: frammento dopo frammento. Ci sono tanti segreti, tanti consigli che vorrebbero giungere a voi per aiutarvi ancora nella crescita. Ma, il vostro volo vi chiama, non posso trattenervi.
Miei cari, vi auguro di essere sempre “giovani” nel cuore, ricchi di stupore e di desiderio verso la vita. La magia è credere in sé stessi: se riuscirete a farlo, renderete possibile qualsiasi cosa. Abbiate coraggio nell’operare delle scelte, sia pure lontane dalle mode. Fate della diversità un valore unico. Ogni volta che mi penserete e vi penserò, un angolo del mio cuore vibrerà per voi con una armoniosa sinfonia. Tanti sono i ricordi che mi porterò dentro, ciascuno di voi ha toccato il mio cuore lasciando un segno. Ora vi aspetta una nuova e meravigliosa avventura: impegnatevi affinchè il vostro ruggito, miei forti leoni, attraversi il mondo. In qualunque luogo, tempo e pensiero ci incontreremo, ci fermeremo a contemplare i nuovi tramonti, con la certezza che quando si è amato, come ci siamo amati noi, nulla può finire…. ”Ecco il mio segreto. E’ molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”.
Buon viaggio amori miei! Buona vita!

Maestra Mary – Maria Ruggi

 
Precedente Striscione Ciao scuola primaria Successivo Nessuno indietro mai

2 thoughts on “Lettera di saluto della maestra per gli alunni di quinta

Lascia un commento

*