Poesie e filastrocche sulla gentilezza

Poesie e filastrocche sulla gentilezza

giornata della gentilezza

Le parole gentili
Le parole gentili
non pesan tanti chili.
È contento chi le ascolta:
vuol sentirle un’altra volta.
“Scusa”, “Grazie” e “Per piacere”
son parole assai leggere.
Sono belle ed importanti:
fan felici tutti quanti.
Quando a tavola tu piangi,
sembra amaro quel che mangi.
Per sentir com’è squisito,
prova a dir: “Buon appetito!”.
Se tu gridi e pesti i piedi,
non avrai quello che chiedi:
starai senza per due ore
se non chiedi: “Per favore”.
Queste semplici parole
scaldan tutti come il sole
e uno splendido sorriso
spunta sempre su ogni viso!
Elio Gentile

Buona grazia
Quando passo davanti alle persone
io domando permesso e fo un inchino,
e chiedo scusa, se, per distrazione,
urto un compagno, od altri col piedino.
Perchè di gentilezza essere avari?
La buona grazia non costa denari!
Lina Schwarz

Gentilezza
Gentilezza è quella fata
dalla voce delicata,
sempre dolce e sorridente
e con tutti compiacente.
Dice grazie a chicchessia
che le usi cortesia;
e se chiede qualche cosa,
quella fata assai graziosa,
dice sempre: – Per favore…..
e si fa davvero onore.
Gentilezza è una virtù:
bimba, imparala anche tu.
T. Romei Correggi

Il galateo dei piccini
Se qualcosa vuoi avere
devi dire «per piacere ».
Il piccin gentile e buono
dice «grazie» ad ogni dono;
se gli chiedono un favore
lo fa tosto e di buon cuore,
e saluta per benino
con la voce e con l’inchino.
Non fa scherzi con la mano
che son scherzi da villano;
non si mette il dito in bocca
e il nasino non si tocca.
E’ pulito e ben ravviato
tiene l’abito ordinato;
usa dir mattina e sera
al Signor la sua preghiera.
A. Pietrasanta

La gentilezza
Se a qualcuno cade un soldo,
lo raccolgo e glielo rendo;
se mi fanno una domanda,
io sorrido e poi rispondo.
Se a uno manca il pennarello,
la matita od il righello,
non mi faccio supplicare:
gli do il mio senza esitare:
Se ad entrare siamo in due,
dico: “Prego, passi pure”.
E se ho urtato un passante
chiedo scusa prontamente.
Se la nonna ha un pò da fare
io la vado ad aiutare:
gentilezza e cortesia
Ilario Belloni

Cuori gentili sono i giardini,
Pensieri gentili sono le radici,
Le parole gentili sono i fiori,
Buone azioni sono i frutti.
(Anonimo)

Gentilezza e insolenza
Credo sia giunta l’ora di far rivoluzione
e imparare finalmente la buona educazione,
sarebbe, ai nostri giorni, davvero straordinario,
esser pazienti e amarsi superando ogni divario.
Armiamoci e partiamo con la consapevolezza
di sovvertire il mondo usando la gentilezza.
Dove capita spariamo le più belle cose
per colpire e eliminare quelle più dannose,
poi una mitragliata di buone maniere
ed ancora, come il più bravo arciere,
lanciamo sorrisi a chi ci sta davanti,
rendendo bersagli proprio tutti quanti.
Abbracci, saluti, carezze, bacioni,
siano sparati ovunque da potenti cannoni,
rispetto, dolcezza, amore e pazienza
perché sia sconfitta per sempre l’insolenza.
Che gran rivoluzione potremo insieme fare,
i furbi, gli sgarbati, faremo sgomberare,
dall’insolenza nascono i problemi della Terra
e con la gentilezza combatterem la nostra guerra.
Germana Bruno (Giusto e Sbagliato, binomio complicato – Aracne editrice)

 

 
Precedente Le emozioni influenzano l'apprendimento Successivo Frasi sulla gentilezza

Lascia un commento

*