Poesie e Filastrocche di Pasqua

Poesie e Filastrocche di Pasqua

Una nuova raccolta di poesie e filastrocche dedicate alla Pasqua.

poesie e filastrocche di pasqua

E’ Pasqua tendiamo la mano
Che bel mattino di primavera!
C’è un’aria limpida, fresca e leggera,
rondini volano nel cielo terso
e tutto il mondo mi appare diverso.
Niente più odio, vendetta e violenza,
solo amorevole, santa pazienza
che fa rispondere a un’offesa
con il sorriso e la mano tesa.
Questo è per tutti il mio augurio pasquale,
di cancellare dal cuore ogni male.
Risorga in tutti l’amore e il perdono
come è risorto Gesù grande e buono.
Patrizia Mauro

Uccellino venuto dal bosco
Uccellino venuto dal bosco,
che piangendo fuggivi,
cos’hai visto laggiù?
Ho veduto di sotto gli ulivi,
sanguinare Gesù.
Uccellino venuto dal monte,
che scappavi veloce,
cos’hai visto lassù?
Ho veduto tre uomini in croce,
ed in mezzo c’era Gesù.
Uccellino venuto dal piano,
che cinguetti nel volo,
cos’hai visto laggiù?
Ho veduto dal bianco lenzuolo,
risvegliarsi Gesù.
S. Plona

Brilla nell’aria
Primavera d’intorno.
Brilla nell’aria
e per li campi esulta,
si’ ch’a mirarla intenerisce il core
odi greggi belar, muggire armenti
e gli altri augelli contenti
a gara insieme,
per lo libero ciel
fan mille giri,
pur festeggiando il lor tempo migliore.
Giacomo Leopardi

La Pasqua è arrivata
La Pasqua è arrivata,
c’è nell’aria profumata
di violette e di ciambelle
e di tante cose belle:
luce, pace bontà
e Gesù che risorgerà!
Per i bimbi quanta attesa
per quell’uovo con la sorpresa!
La campana suona sul tetto:
Buona Pasqua con grande affetto!
Fonte

Pasqua d’altri tempi
Tu pensi ai tempi andati
quand’eri ancor bambina
e il cuoricino tuo s’emozionava
per una tavola imbandita
con uova colorate
fatte da mamma tua,
con fior di primavera
con dolci e cioccolata.
Per l’aria odor di fiori
e suoni di campane,
un senso d’allegrezza
tutta ti dominava
ma tu sei sempre quella
ed io così ti vedo
e voglio darti ancora
con questo uovo di Pasqua
insieme a quel ricordo
tutta la gioia piena
d’averti ritrovata.
Antonino Zambotti

La sorpresa
Son di zucchero?
Son vere?
Hanno il tuorlo
o la sorpresa?
Zitti zitti miei bambini,
che ci son dentro i pulcini.
Spunta un becco
poi un ciuffetto
una zampina
una codina.
Quanti!
E in quell’uovo
cosa c’è?
La sorpresa, la sorpresa!
Non ci credi? Sì davvero!
Un pulcino tutto nero!
K. Jackson

L’ovetto dell’affetto
E’ Pasqua stamattina
cari babbo e mammina
e questa volta sento
di fare un cambiamento:
vi voglio io regalare
un uovo da scartare
di cioccolato buono
con dentro un grande dono.
Sapete che ci metto?
Tutto, tutto il mio affetto
e un bel bacetto
Patrizia Mauro

Pasqua
-Uscite, uscite!- dice allegro il sole;
-volete star in casa ad ammuffire?
Tra l’erba nova olezzano le viole
e tornan tutti i rami a rinverdire.
-Uscite, uscite!- cantano gli uccelli;
-ogni nido, ogni zolla si ridesta,
la terra, il cielo, il mar son tanto belli;
e prati e colli son vestiti a festa.
Inni giocondi canta lieto il core,
e la parola del rancor si tace;
torna la Pasqua, festa dell’amore,
che ci vuol tutti buoni e tutti in pace.
A. C. Pertile

Campane di Pasqua
Per l’aria si spande la voce
del pio campanile.
Squillate in letizia, campane,
che è festa d’amore nel cielo!
In terra, tra i solchi, lo stelo
matura del pane.
So so quel che dite a rintocchi
– La pace… il perdono… la fede…-
L. Rinaldi

Pasqua di gioia
Aprite le vostre porte
veniamo per augurare
a chi crede nel Signore
una Pasqua di gioia.
Aprite le vostre orecchie.
veniamo per annunciare
a chi crede nella pace
una Pasqua di gioa.
Aprite i vostri cuori:
veniamo per rinnovare
a chi crede nell’ amore
una Pasqua di gioia.
Canto inglese

Pasqua
Che chiasso c’è nell’aria
che si svaria
in mille suoni?
Son canzoni
vagabonde,
come l’onde,
che si perdono nel cielo
con un velo
di sonora poesia,
dolce e pia.
Sono accordi di campane,
cori striduli di rane;
gridi allegri di monelli
su le piazze e dentro l’aia.
Son risate di grondaie,
animate
da nidiate,
di festosi passerotti;
son strambotti
musicali,
batter d’ali…
M. Argante

Gesù è risorto
-Dimmi, chiesina candida e gentile,
che costi rallegra stamattina?
– Aspetto che si svegli il campanile
con la squilla più dolce e argentina.
per la festa di pasqua tutta splendo,
per dire al mio Signore che l’ attendo.
-E tu, caro bambino, dove vai
in questa bianca luce mattutina?
Questi bei fior a chi li porterai?
– A Gesù che è risorto stamattina,
perchè in ogni fiore veda brillare
il cuore che voglio a Lui donare
L. Nason

Mattino di Pasqua
Din-don, din-don, din-don!
Sole sui fiori
e rondini sul tetto
Sia benedetto il nome del Signore.
Din-don, din-don, din-don!
Festa d’amore
Gesù è risorto,
l’inverno è morto.
Din-don, din-don, din-don!
G. Fanciulli

Ritorno di Pasqua
Una fonte che ci parla
fra l’erbette e le viole,
una nuvola dorata,
rose sparse in mezzo a il sole,
la finestra spalancata
fin dall’alba, il prato in fiore;
una storia che, a cantarla,
ci vuol proprio il nostro cuore,
una siepe e una agnellino,
una chioccia ed un pulcino,
l’uovo in bianca e rossa vesta,
tutto ornato per la festa,
la colomba con l’ulivo
nel tramonto rosso vivo,
tornan tutti al nostro cuore
per la Pasqua del Signore.
Din don dan…
L’angioletto ancor si vede
con la croce della fede
la campana che stornella,
il capretto che saltella,
il pastore che s’affretta
per la festa benedetta,
la massaia che conduce
il suo bimbo in questa luce.
Din don dan…
Ma una cosa non si vede
senza l’occhio de la fede;
non si vede il nostro cuore
col bel dono del Signore
che, nel giorno Suo divino
accompagna ogni bambino.
L. Nason

Le Campane di Pasqua
Din , don! Dan, dan!
Din, din! Don, don!
“Gloria” cantan le campane
le vicine e le lontane.
Din, don! Dan, dan!
Din, din! Don, don!
E’ arrivata pasqua bella,
torna già la rondinella,
e dal cielo si posa fiera
sopra i fior di Primavera!
Din, don! Dan, dan!
Din, din! Don, don!
E.F. Carlucci

Pasqua

E’ Pasqua, stamattina,
Pasqua nelle vetrine
con le uova di cioccolata.
Pasqua nell’ erba novella,
nel cielo, nell ‘ acqua che brilla,
tranquilla,
nel sole.
E’ Pasqua nelle chiese,
nel suono delle campane,
nelle mille preghiere:
e così sia, Signore.
P. Castellini

A Gesù crocifisso
O Gesù Caro,
o Gesù morto in croce,,
ascolta la mia voce!
Se tanti son cattivi in questo mondo,
se non ti vogliono bene,
se non ti pregano più,
io ti amo e ti prego
anche per loro,
e per loro ti adoro, o mio Gesù!
Ricordi quand’erano piccini?
Ricordi i tanti baci che t’ha dato?
Per quei baci perdona il loro peccato.
Salvali, salvali, carissimo Gesù.
Albertelli

Pasqua
Gesù è risorto! Cantano
sui rami gli uccelletti,
le rondinelle tornano
sul nido sotto i tetti.
Gesù è risorto! Sbocciano
le rose nei giardini:
ride di gioia il limpido
grand’occhio dei bambini.
Gesù è risorto! Un cantico
s’innalza nel Creato,
cantan le stelle fulgide,
i bimbi e i fiori del prato!
Medda

E’ festa, è Pasqua
E’ festa, è Pasqua!
Svegliatevi amici!
Una viola fa capolino
dal folto del giardino
E’ Pasqua, è festa!
Ripetono in coro
gli amici del bosco.
Ovunque germogli,
fiori sbocciati,
prati assolati.
E’ festa, è Pasqua!
Ed è bella l vita,
che non è finita,
è appena primavera
Gesù risorge.
Ed è per Lui
che il mondo gioisce.
A. Sforna

Pasqua è…
Pasqua è un ramo di pesco
che si muove nel vento.
Pasqua è una rondine
su un vecchio monumento.
Pasqua è un fiore
sbocciato su balcone.
Pasqua è un sorriso
per tutte le persone.
Pasqua è l’ulivo
che reca chi ritorna.
Pasqua è la colomba
che la pace ci porta.
Pasqua è la fine
di un inutile guerra.
Pasqua è una croce
che illumina la terra.

E’ risorto il Signore
Il pesco stamattina
si è messo una vestina
di petali rosati.
Sorridono incantati
al sole i primi fiori.
è festa in tutti i cuori.
Cantano le campane
un dolce inno d’ amore:
“Alleluia, Alleluia,
è risorto il Signore!
I. Monti

La Pace
Non importa chi tu sia
uomo o donna
vecchio o fanciullo
operaio o contadino
soldato o studente o commerciante
non importa quale sia
il tuo credo politico
o quello religioso;
se ti chiedono qual è la cosa
più importante per l’umanità
rispondi prima
dopo
sempre
la pace !
Li Tien Min

Preghiera
Fa’ che io ami
gli animali, le piante.
Fa’ che io possa
dividere il mio pane
con chi ha fame, che possa
dividere la mia acqua
con chi ha sete, che posa
far sorridere chi piange;
che possa ospitare
chi non ha casa.
Fa’ che io possa
fare tutto questo,
o Signore, perchè solo così
mi sentirò vicino a te
Preghiera indiana

Aprimi fratello
Ho bussato alla tua porta
ho bussato al tuo cuore
per avere un letto
per avere del fuoco
perché mai respingermi?
Aprimi fratello!

Perché domandarmi
se sono dell’Africa
se sono dell’America
se sono dell’Asia
se sono dell’Europa?
Aprimi fratello!

Perché domandarmi
quant’è lungo il mio naso
quant’è spessa la mia bocca
di che colore ho la pelle
che nome hanno i miei dèi?
Aprimi fratello!

Io non sono nero
io non sono rosso
io non sono giallo
io non sono bianco
non sono altro che un uomo.
Aprimi fratello!

Aprimi la porta
aprimi il tuo cuore
perché sono un uomo
l’uomo di tutti i tempi
l’uomo di tutti i cieli
l’uomo che ti somiglia.
René Philombé

Il grido del vento
Il Signore è risorto
nonostante era morto
ci ha voluto insegnare
quanto è importante amare.
Non dimentichiamo l’insegnamento
ed impariamo al vento
ad urlare in ogni cuore
“fai di tutto per la pace e per l’amore”
Ilaria Lucaroni

Dov’è Pasqua
Pasqua è nel cielo immenso e chiaro.
Pasqua è nel fiore appena sbocciato.
Pasqua è nel ruscello dove beve
l’agnello appena nato
Pasqua è nel cielo che saluta
la Resurrezione del Signore
M. Scavuzzo

La Pasqua è amore, è pace
La pace mi piace.
Mi piace la pace.
Le guerre son brutte
terribili tutte.
In pace si studia
si gioca, si canta.
In guerra si piange
e la paura è tanta.
In pace c’è gioia,
in guerra dolore.
Io voglio la pace
la pace e l’ amore
Io voglio un mondo
a forma di cuore.

Un regalo per te
L’uovo di cioccolato
non l’ho mangiato.
L’ho voluto regalare
a un bambino
che ha poco da mangiare.
Vorrei che nell’ uovo
ci trovasse un tesoro:
bello, grande e tutto d’ oro.
Vorrei una Pasqua di felicità
la vorrei con tutta la volontà.
Alessandra Montale

Pasqua
C’è una chiesetta
sulla collina
con i fiori di pesco
ed una bambina
C’è una chiesetta
con le campane
suonano forte
e si senton lontane,
suonano a festa
e brillan nel sole;
è il giorno di Pasqua
è risorto il Signore
C. Zogo

Pasqua
Vogliamo quando è Pasqua
dentro i giorni e le notti
rotolarci nei prati
e raccontare novelle
mentre col naso in aria
nella sera noi tutti
canteremo l’ amore
e conteremo le stelle
Giuseppe Pontremoli

La pace
Non importa chi tu sia,
uomo, donna,
vecchio o fanciullo,
operaio o studente,
o commerciante:
se ti chiedono
qual è la cosa
più importante
per l’umanità
rispondi
prima
dopo
sempre
la pace, la bontà.
Li Tien Min

Nella mano che si tende,
in chi non s’arrende:
In un gesto di umiltà
per chi dona felicità:
In chi sa perdonare
e non smette mai di amare.
Nelle parole sincere,
in un cuore senza barriere.
Negli occhi tuoi, bambino,
in chi ti sta vicino.
Lì c’è pace

La Crocifissione
Sul Calvario tre croci hanno piantato
e Gesù Cristo ha un ladro da ogni lato,
Ma, dice, e gli occhi al cielo vanno:
-Padre, perdona, non san quel che fanno:
Mentre gli sgherri aspettan la sua morte,
le vesti di Gesù tirano a sorte.
Il popolo lo stava a riguardare
e tutti lo volevano beffare.
perfino uno dei ladroni lo schernì.
– Sei Cristo? – disse- Vola via di qui!
Ma l’altro mormorò:- O buon Gesù,
non mi scordar, quando sarai lassù.
Disse Gesù, piegando il doce viso:
-Oggi sarai con me, in paradiso.
Poi la fronte da un lato reclinò,
e su la Croce per tutti spirò
G. Fanciulli

Un mondo di pace
Ogni bambino della terra
vuole la pace e non la guerra
e allora proprio non riesco a capire
perché tanti popoli debban soffrire.
Per questa Pasqua ho un augurio speciale
vorrei che la pace potesse regnare,
vorrei che non esistesse mai il dolore
ma che ovunque ci fosse l’amore.
Rita Sabatini

Lì c’è Pace!

In un sorriso sereno,
nei colori dell’arcobaleno,
nella mano che si tende,
in chi non si arrende.

In un gesto di umiltà
per chi dona felicità,
in chi sa perdonare
e non smette mai di amare.

Nelle parole sincere,
in un cuore senza barriere,
negli occhi tuoi, bambino,
e in chi sa starti vicino…
Lì c’è Pace!

 

Altre poesie e filastrocche dedicate alla Pasqua

Precedente Il libriccino dell'acqua Successivo Striscioni, diplomi e attestati per la fine dell'anno scolastico

Lascia un commento